Come riconoscere una borsa CHANEL FAKE

Chanel è uno dei brand di moda più iconici e riconoscibili al mondo. Fondata nel 1910 da Gabrielle “Coco” Chanel, la maison ha saputo creare uno stile unico e raffinato, che ancora oggi ispira designer e appassionati di moda.

Coco Chanel ha rivoluzionato il mondo della moda introducendo capi comodi e pratici, come il tailleur in tweed, e abbinamenti audaci, come la giacca da uomo indossata con una gonna. Ma il suo vero tratto distintivo sono stati gli accessori: Chanel ha creato borse, scarpe e gioielli che sono diventati veri e propri must-have.

Tra le borse iconiche di Chanel ci sono la 2.55, lanciata nel 1955, che presenta la catena a maglia e il logo CC; la Classic Flap, una rivisitazione della 2.55 con una chiusura a scatto e il logo in metallo; la Boy, ispirata alla borsa che Coco Chanel regalò al suo amante Boy Capel; e la Gabrielle, lanciata nel 2017, che presenta una forma a trapezio e una catena a doppio uso.

Nel corso degli anni, Chanel ha collaborato con alcuni dei designer più importanti del mondo. Nel 1983, Karl Lagerfeld è diventato il direttore creativo della maison e ha portato un nuovo slancio alla marca. Lagerfeld ha creato collezioni che hanno mixato la tradizione di Chanel con uno spirito innovativo e moderno, e ha portato in passerella modelle come Claudia Schiffer, Naomi Campbell e Cara Delevingne.

Nel 2019, Virginie Viard è diventata la nuova direttrice creativa di Chanel, dopo la scomparsa di Lagerfeld. Viard ha lavorato con Lagerfeld per molti anni ed è riuscita a mantenere lo stile unico di Chanel, portando un tocco di femminilità e sensualità alle collezioni.

Nel 2023, Chanel continua ad essere un brand di moda di successo, con collezioni che ispirano e seducono. La maison ha saputo evolversi nel corso degli anni, mantenendo sempre la sua identità unica e raffinata. E nonostante la concorrenza sempre più agguerrita, Chanel rimane uno dei brand più amati e desiderati al mondo.

Per aiutarti a proteggere il tuo prossimo acquisto di seconda mano, abbiamo elencato alcuni step ed un “protocollo” per riconoscere una borsa Chanel falsa. Se l’articolo che stai considerando mostra anche solo una delle seguenti imprecisioni o il seguire il “protocollo” ti fa sorgere dei dubbi, allora passa avanti e continua il tuo shopping.

  1. Codice Seriale o Factory Tag
  2. Esame dell’aspetto esteriore della borsa
  3. Cuciture
  4. Esame dell’aspetto interno della borsa
  5. Etichetta e stamp/Timbro in pelle interno
  6. Hardware/Parti Metalliche
  7. Card di autenticità
  8. Dust bag
  9. Verifica del venditore
  10. Verifica del prezzo

 

1. Codice Seriale o Factory Tag

Chanel ha iniziato a includere i numeri di serie sul fondo delle sue borse a metà degli anni ’80. Con una lunghezza compresa tra sei e otto cifre, a seconda della data di uscita, indicano lo stile della borsa e l’anno di produzione e la loro formattazione è cambiata regolarmente nel corso degli anni.

Il codice seriale di una borsa Chanel non è presente soltanto sul fondo della borsa ma anche sulla carta di autenticità in plastica che accompagna ogni sua borsa. I due numeri devono coincidere e sulla carta mi o effetti arcobaleno.

Quindi facciamo attenzione, non tutte le carte o i numeri seriali sono autentici. Il primo step per verificare che un codice sia corretto è quello di contare i numeri che lo compongono:

  • Dal 1984 al 1986: 6 numeri
  • Dal 1986 al 2004: 7 numeri
  • Dal 2005 in avanti: 8 numeri

Andando ad analizzare il numero seriale interno alla borsa, il brand Chanel ha previsto alcuni accorgimenti per rendere più difficile falsificarlo, nella verifica di una di autenticazione di una borsa Chanel possiamo verificare che il tag in pelle che riporta il codice seriale presenti 3 aspetti fondamentali:

  • Un colore Iridescente
  • il Logo CC
  • Il segno “X” su tutta la parte di plastica

Se il codice della borsa Chanel che intendiamo acquistare non presenta le caratteristiche che abbiamo riportato allora dobbiamo raccogliere più informazioni e passare agli step successivi del protocollo di autenticazioni. Le domande che dobbiamo porci in questa fase sono: in che hanno è stata prodotta la borsa? Quanto è stata usata? Possibile che il tag di pelle sia stato rimosso o si sia rotto? Insomma, dobbiamo cercare di capire dal venditore qual è la storia della borsa e raccogliere quante più informazioni possibili.

TIP: se il codice della borsa comincia con il numero “17” facciamo attenzione alcune di queste borse potrebbero provenire da lotti rubati.

Al fine di aiutarti sotto uno schema dei codici delle borse per individuare l’anno ed alcune caratteristiche dei singoli codici dell’anno di riferimento.

2. Esaminare l’aspetto esteriore della Borsa

Quando ci troviamo davanti alla scelta di acquistare o meno un borsa Chanel che sia usata, pre-loved o nuova è importantissimo esaminare l’aspetto esteriore della borsa soprattutto quando e se parliamo dei modelli 2.55, Classic Flap e la Chanel Boy.

Le borse Chanel come le borse dei grandi brand dell’alta moda, rappresentano in pieno l’espressione del lusso e della qualità e non lesinano nessun aspetto nella costruzione delle proprie borse, dalla qualità della pelle alle rifiniture per finire ai dettagli delle parti metalliche. Ecco quindi che quando parliamo di Chanel vale la pena verificare ogni singolo dettaglio. In questo paragrafo analizzeremo:

  1. Il logo “CC” incrociato, generalmente utilizzato per formare la clap di chiusura della borsa sul davanti;
  2. Il tipico pattern romboidale delle borse Chanel;
  3. La qualità della pelle;
LOGO CC

Il logo classico Chanel prevede che la C di destra sia sovrapposta alla C di sinistra in alto, mentre la C di sinistra è sovrapposta alla destra nella parte bassa. La chiusura CC deve essere centrata, simmetrica e deve finire “piatta”. Gli angoli della chiusura CC dovrebbero essere leggermente ricurvi e non finire in modo netto/tagliato. Il colore del metallo delle borse deve essere consistente e uguale a quello del colore del timbro interno. Le dimensioni delle due C sono uguali ed equidistanti dal centro.

Se la piastrina posteriore indica made in Paris e and il lining ha scritto “Made in France,” allora ci dovrebbe essere un piccolo marchio in alto a della C di sinistra ( 3 piccole linee ). Se la C ha le 3 piccole linee e il lining della borsa indica “Made in Paris,” allora si tratta di una borsa FAKE.

TRAPUNTATURA A ROMBI ( DIAMOND PATTERN )

Come abbiamo anticipato sopra un altro aspetto da verificare per bene è la classica trama a rombi/diamante della trapuntatura delle più classiche delle borse Chanel. La trama in questione e le sue forme devono essere consistenti su tutti i lati della borsa e soprattutto allineati, anche nel caso in cui la borsa presenti la tasca posteriore ( Classic Flap o 2.55 ), la trama di quest’ultima deve essere allineata a quella della borsa. Ma cosa significa e come verificare l’allineamento? E’ semplice, basta controllare che le cuciture che formano i rombi siano allineati tra le diverse parti della borsa, che abbiano la stessa dimensione e volume. Le linee è come se non avessero soluzione di continuità. Sotto nell’immagine proviamo a chiarire il concetto e la verifica da fare.

Verificando uno dei più iconici pattern delle borse di lusso è bene dare un’occhiata al numero di punti di cui è composto ogni singolo lato dei rombi:: nella maggior parte dei casi dovrebbero esserci 10 o più punti per bordo della trapuntatura a rombi. Ciò mantiene la borsa robusta e previene anche l’effetto rigonfiamento della pelle ( che tra l’altro è classico delle borse Chanel non autentiche ). Il conteggio esatto dei punti può variare a seconda del tipo di borsa Chanel, ma se vedi un numero di punti insolitamente basso, è probabile che sia un falso. Questa non è una regola d’oro, tuttavia. Ti imbatterai in alcune autentiche borse trapuntate Chanel con meno di 10 punti ( difficilmente però avranno meno di 8 punti ) per bordo a diamante – in genere borse più piccole o stili diversi da 2,55.

QUALITA’ DELLA PELLE 

Come per tutti i brand di altissima gamma anche Chanel utilizza i migliori materiali per la produzione delle sue borse, ecco perché fare attenzione alla qualità della pelle e saperla riconoscere è importante. L’autentica pelle nelle borse Chanel è pelle di agnello o pelle cosiddetta caviar. La pelle di agnello è incredibilmente morbida, liscia e vellutata, con una lucentezza un po’ opaca. Invece la pelle caviar è una pelle di vitello un po’ martellata. La sensazione in questo seconda tipologia di pelle è un po’ di ruvidezza e molta più robustezza rispetto alla pelle di agnello. La finitura martellata della pelle generalmente è la scelta più popolare tra i fan delle borse Chanel. Un altro aspetto da notare è che la pelle di agnello ha una caratteristica fisica particolare, i pori della pelle sono molto più stretti tra loro e quindi ha un “tessuto” connettivo molto più fitto.

TIP: Un metodo utile alle volte per verificare che la pelle utilizzata sia di alta qualità e di provare a fare delle foto alla borsa in modalità MACRO ( oggi gran parte dei moderni telefonini cellulari lo permettono dagli Iphone Apple a quelli Android ) e cioè una foto molto ravvicinata, non sfocata e di alta qualità. Dare un’occhiata poi alla foto e ingrandirla ( Zoom ) per verificare la trama della pelle, quasi come se fosse una vista al microscopio. Le Pelli di buona/ottima qualità hanno sempre un tessuto fitto, quasi compatto con qualche irregolarità/”buchi”, al contrario le pelli delle borse contraffatte hanno un aspetto poco compatto, poco strutturato e molto “slegato”. 

 

3. Cuciture

Anche nel caso delle borse Chanel la qualità delle rifiniture e delle cuciture in particolare è sempre di un livello molto alto. Va osservato attentamente ogni angolo e vanno controllate accuratamente tutte le cuciture per autenticare il prodotto. Le borse contraffatte presentano sempre qualche errore. 

Chi produce falsi infatti difficilmente riuscirà a replicare alcuni dettagli come ad esempio, il colore dei fili, la tipologia e lo spessore del cotone utilizzato e la qualità dei punti. Quest’ultimo è un aspetto importante: cuciture storte, irregolari o con fili che sporgono sono segni di una borsa fatta in fretta e, spesso, contraffatta. 

Le cuciture dovrebbero essere assolutamente impeccabili. Nessuna irregolarità, senza soluzione di continuità, utilizzare sempre lo stessa tipologia e colore di filo di cotone, non avere spaziatura dispari o punti sciolti o sfilacciatura dovrebbero essere trovati in nessun punto della borsa. Nelle borse autentiche, il numero di imputure/cuciture su ogni lato della borsa, delle etichette, delle patch in pelle è superiore rispetto alle borse fake/false e generalmente sono molto stretti e vicini l’uno all’altro. Un numero di punti inferiore ad 8 è sintomo che quella che stiamo verificando è una borsa FAKE!

Quest’ultimo aspetto è molto importante più punti si riescono a fare per lato e meno la cucitura è grossolana, meno la pelle si deforma durante l’uso e più la borsa sarà duratura nel tempo ( un po’ come per le cicatrici sulla pelle, pochi punti ed il segno rimante grossolano, più punti si fanno e più il segno della cicatrice si attenua e si confonde con la pelle intorno ). Più impunture permettono anche di ricevere al tatto una sensazione di continuità e di fluidità facendo quasi scomparire le cuciture.

TIP: anche nel caso delle cuciture un test che varrebbe la pena fare è quello della foto in modalità “Macro” ( con zoom alto ). Verificando la foto potrebbe permetterci di verificare la consistenza e la qualità delle cuciture, dei materiali usati e delle impunture. Queste infatti devono dare la sensazione di essere “doppie”, fittamente intrecciate e quindi consistenti. Dior come molti brand di lusso non lesina qualità nemmeno in questi dettagli.

4. Esaminare l’aspetto Interno della Borsa

Non solo l’esterno è caratterizzato da pelle di alta qualità, ma anche la fodera interna. Un’autentica borsa Chanel presenta una fodera tesa, molto aderente. Toccandola si avrà la sensazione di toccare una pelle di qualità, perfettamente liscia ed aderente al corpo della borsa.

Borse Chanel con fodere che presentano pieghe, grinze, bolle o protuberanze – in breve, non perfettamente liscia e tesa – sono sicuramente delle borse di scarsa qualità e quindi molto probabilmente non autentiche. L’effetto di una pelle liscia e tesa nella fodera in una Chanel autentica ed originale dura nel tempo e, a meno di usi fuori dal normale, può durare decine e decine di anni. Se hai la sensazione che la fodera si allenta o si stacca nel tempo, allora probabilmente hai una Chanel non autentica in tuo possesso.

All’interno della borsa inoltre c’è anche un’altra caratteristica che vale la pena esaminare ed è il classico logo inciso a caldo, ne parleremo nel prossimo paragrafo!

5. Etichetta interna, font e forma del logo

All’interno di ogni borsa Chanel, un timbro del marchio è impresso direttamente sulla fodera o su una toppa in pelle applicata. Il timbro del marchio dovrebbe essere dello stesso colore delle parti metalliche della borsa; una borsa con hardware dorato dovrebbe avere un timbro dal colore dorato e una borsa con parti metalliche in argento dovrebbe avere un timbro color d’argento. Alle volte su modelli vintage delle borse Chanel può capitare che il colore dorato o argentato possa staccarsi in parte o decolorarsi, possiamo considerarla una cosa normale.

Oltre al colore quello che è importante verificare è anche la forma del timbro, anzi la forma del logo nello specifico. Il font e la stampa del nome del brand sono aspetti  importanti da verificare nel riconoscere l’originalità della borsa Chanel. In questo caso conviene analizzare ogni singola lettera della parola CHANEL e semmai provare a scattare una foto ed ingrandirla in modo da valutare le singole lettere con maggiore attenzione.

Ecco alcune delle caratteristiche che vanno considerate e verifica( vedi foto sotto ):

  • Tutti i caratteri devono avere la stessa dimensione
  • La C deve avere una forma rotonda con un’apertura di 30° ( no ovale )
  • La parte alta dell’H è più corta della parte bassa
  • L’angolo in Alto della N è più lungo di quello basso
  • La linea inferiore della E è un poco più lunga di quella superiore. La linea nel mezzo dovrebbe essere la più corta

Inoltre attenzione va fatta anche al timbro con la dicitura “Made in …” non sarà mai Made in Paris, ma farà sempre riferimento ad un paese specifico. FRANCE o ITALY. Quindi se ci troviamo di fronte alla frase “Made in Paris” possiamo essere tranquilli nell’affermare che la borsa Chanel che abbiamo di fronte è una contraffazione.

 

6. Hardware e parti metalliche

Passando alle parti metalliche, una regola che vale per tutte le borse di lusso ed anche come visto per le borse di altri marchi del lusso è quella del peso. I brand del lusso utilizzano materiali pregiati, di qualità dal peso specifico maggiore ( al contrario di chi produce falsi ), non ci sono sbavature perché le borse autentiche, originali prima di arrivare sugli scaffali delle boutique dei brand passano un rigido set di controlli che porta a scartare tutti gli articoli che presentano anche il più piccolo dei difetti. Ovviamente parlando di Chanel parliamo di lusso ai livelli più alti ed anche le parti metalliche sono di una classe a sé che è molto ma molto complicata da replicare. Anche i contraffattori n grado di utilizzare materiali e costruzioni di qualità superiore – borse contraffatte note come “super fake” – spesso mancano dell’attenzione ai dettagli applicata alle autentiche borse Chanel. Quindi cosa cercare per confermare l’autenticità di una borsa Chanel?

LA CERNIERA/ZIP

Un elemento della parte hardware che in tutte le borse di lusso e di marca conviene guardare ed approfondire è la cerniera/zip. Questa generalmente ha una costruzione solida sia con riguardo al “tirante” sia con riguardo ai “dentini” della stessa, sono generalmente più grandi rispetto ad una zip falsa e con forme ben definite e quasi taglienti. Anche nelle borse Chanel è importante controllare la parte inferiore della zip e verificare che ci sia inciso in rilievo uno specifico brand che varia a seconda della tipologia di cerniera utilizzata:

  • La cerniera del marchio “Lampo” per una cerniera in metallo o generalmente per tutte le cerniere e zip degli ultimi decenni.
  • La cerniera “EP” con cerniera in pelle.
  • Per una cerniera tonda con il logo CC, la cerniera “OPIT DMC” o “DMC”, “éclair” o “YKK”.
  • Per le borse vintage, è molto probabile che la zip non sia contrassegnata.

Assicurati di provare ad aprire e chiudere la cerniera e verificare che scorra senza intoppi di sorta, che il movimento sia fluido che dia una sensazione di stabilita e durabilità.

LA CHIUSURA

Il retro della chiusura è una piastrina dorata, rettangolare e assicurata da due viti sempre dorate sui due lati. Chanel usa viti piatte ( flat-head ) o a stella ( non a croce, importante ) e sono customizzate/personalizzate, per cui solo Chanel ha cacciaviti di quelle dimensioni e di quella forma. 

Le diciture “Chanel” e “Paris” devono essere equidistanti, con font e grandezza consistente. La dicitura “Chanel” deve trovarsi in una posizione per cui se si ruota la borsa, la parola “Chanel” si troverà sulla parte superiore e la parola “Paris” nella parte inferiore.

Se vedi un’incisione “Made in Paris”, la borsa è contraffatta, falsa. Chanel utilizza soltanto i nomi di due paesi “Francia” e “Italia” per le sue incisioni e timbri “Made In”. Tuttavia, è normale vedere “CHANEL” e “PARIS” incisi sull’hardware ( ma non “Made in Paris”! ). Allo stesso modo, se non vedi alcun timbro “Made in”, fai attenzione che la borsa è probabilmente contraffatta!

Se anche uno di questi elementi non è coerente con quanto scritto sopra allora molto probabilmente saremo in presenza di una borsa Chanel non autentica e quindi falsa/fake.

LA TRACOLLA: catena intrecciata a pelle

Un altro aspetto da controllare delle parti metalliche di una borsa Chanel è ovviamente la tracolla.  Anche in questo caso i materiali utilizzati sono di pregio e nei colori e nello stile coordinati con il resto delle parti metalliche e con il colore del timbro inciso internamente alla borsa. La tracolla DEVE essere pesante sia ceh si tratti di color oro che argento, senza graffi o ammaccatture, se non è così si è in presenza di una borsa Chanel falsa. Nel caso la borsa preveda l’iconico stile intrecciato metallo/pelle, bisogna controllare che il cinturino in pelle sia cucito a mano e intrecciato secondo le modalità che vi presentiamo sotto.

Negli anni ’80, nella sua ricerca per rinvigorire il serioso marchio Chanel, Lagerfeld iniziò ad intrecciare la pelle attraverso la tracolla a catena. Oggi, dice Gallagher, “ci sono quattro modi diversi in cui Chanel fa lo stripping per le borse”. I contraffattori spesso sbagliano o i loro sforzi possono sembrare scomodi e poco professionali.

Ecco le tecniche utilizzate per i cinturini in pelle Chanel:

  • Tripla piega: questa tecnica viene utilizzata per i cinturini in pelle in circa il 90 percento delle borse con patta/flap classic medie della casa. Il processo consiste nel prendere una striscia di pelle e piegarla una volta e poi ripiegarla di nuovo. Non c’è nessun punto. Una borsa autentica avrà un bordo arrotolato su un lato e un bordo tagliato sull’altro.
  • Quattro pieghe con un punto: questo processo è spesso usato per le borse Classic medie  dalla pelle esotica, Camera bag vintage, Maxi e Jumbo. In questa tecnica si prende una striscia di pelle, si piega i due bordi finché non si incontrano al centro e successivamente lo si piega ancora una volta.
  • Piega al centro: questa tecnica prevede che si prenda una striscia di pelle, si pieghi i due bordi finché non si incontrano e poi si martelli. In questo modo si vedrà una linea lungo un lato della pelle e i due bordi saranno piegati.
  • Bordo tagliato: questa tecnica, come il giro al centro, viene utilizzata per portafogli on chain. Qui i due pezzi di pelle sono cementati insieme ed entrambi i bordi tagliati, quindi è un bordo grezzo su entrambi i lati.

Se il cinturino o la tracolla non dovesse corrispondere a una delle descrizioni precedenti, potrebbe trattarsi di una borsa contraffatta.

 

7. Card di autenticità

Le borse Chanel sono sempre accompagnate da card in plastica dal colore nere e dai dettagli e caratteri dorati. I numeri in rilievo sulla carta di autenticità devono essere composti solo da 6 a 8 cifre e corrispondere non solo ai numeri sull’adesivo all’interno della borsa, ma anche allo stile del carattere ( stesso font ).

La card dovrebbe misurare 8,5 cm di lunghezza e 5,4 cm di altezza. La card non dovrebbe avere alcun elemento irregolare, nessuna sbavatura, nessun errore di stampa e nulla di indecifrabile. Molto spesso capita che le card sono fatte molto bene, molto simili a quelle reali ma spesso anche queste repliche pressocchè perfette sul retro mostrano dei testi che non hanno un senso letterale e logico, si tratta semmai di traduzioni scorrette o semplici copia e incolla. Ancora come sempre, piccoli dettagli che fanno la differenza.

Un aspetto da controllare sulla card oltre a quelli citati è il colore del bordo sulla parte superiore deve essere dorato, non giallo o quasi arancione e questo non deve essere facile da grattare via. Infine la card è in plastica e ha un discreto peso al contrario dei falsi che spesso hanno una consistenza un pò più vicina a quella del cartone e non deve prevedere nessun ologramma.

Dal 2005, le card di autenticità Chanel hanno un adesivo rotondo nell’angolo in alto a destra leggermente grigio. Su quelle false il colore è sempre tendente al bianco o completamente bianco. Nel caso la card non abbia l’adesivo non si può saltare subito a conclusioni potrebbe essere di una borsa precedente al 2005.

Tutti questi passaggi o le informazioni raccolte fino a questo punto servono a verificare la coerenza della storia della borsa, quella raccontata dal venditore e quella invece raccontata dalla borsa stessa. Tocca a noi poi connettere i punti, rimanere razionali e non farsi prendere dalla voglia di avere la borsa a tutti i costi, è ne più ne meno una vera e propria attività di investigazione.

8. Dust bag

L’ultima indicazione sull’autenticità o meno di una borsa Chanel riguarda la dust bag. Le borse Chanel hanno diversi tipi di dust bag, che riportano al tatto sempre una sensazione di elevata qualità. Le tipologie di dust bag più comunemente utilizzate dal brand Chanel includono:

  • Una versione in feltro color crema con logo doppia C centrale in nero e senza coulisse
  • Una versione in tessuto nero con logo doppia C centrale in bianco e senza coulisse
  • Una versione in tessuto nero che recita “Chanel” centralmente in bianco con coulisse
  • Una versione in feltro color crema con design trapuntato a rombi in nero e una patta al posto del cordoncino

Il materiale utilizzato per le dust bag Chanel è il cotone, quindi conviene sempre controllare che questa abbia l’etichetta ( obbligatoria per legge ) che ne individui la composizione e che quindi riporti al dicitura “100% cotone”. Inoltre come sempre il logo è ben centrato, ha le caratteristiche precide e definite del logo Chanel e non presenta sbavature o errori di stampa.

Se la borsa che stai valutando di acquistare o che possiedi non è conforme ad una o più caratteristiche descritte in questo paragrafo o in questa guida, allora è un segnale che potrebbe trattarsi di una borsa Chanel contraffatta, non autentica.

9. Verifica del Venditore

Quando si acquista una borsa di Dior, è fondamentale rivolgersi a un venditore affidabile. Dior dispone di negozi propri e rivenditori autorizzati, come grandi magazzini e boutique di lusso. Se si acquista una borsaDior da un venditore terzo, è importante controllare le recensioni, le valutazioni e cosa ha venduto in passato o sta vendendo in quel preciso momento ( il suo armadio ) prima di effettuare l’acquisto.

È anche utile informarsi sulla politica di restituzione e garanzia del venditore ( nel caso sia un commerciante o un negozio di second hand/usato ), in modo da avere la sicurezza di poter restituire la borsa o ricevere un rimborso nel caso in cui non soddisfi le aspettative o si scopra che è contraffatta. Inoltre, se possibile, è consigliabile confrontare la borsa con immagini di borse autentiche dello stesso modello, per individuare eventuali discrepanze nei dettagli e nella qualità dei materiali. Ricordate che la chiave per evitare di acquistare una borsa Dior contraffatta è la ricerca, la conoscenza dei dettagli che contraddistinguono un prodotto originale da uno falso e la necessità di seguire un “protocollo”, passando in rassegna ogni singolo step presentato in questa guida o in altre presenti sul web.

10. Verifica del Prezzo

Uno dei metodi più semplici per individuare una borsa Dior contraffatta è il prezzo. Le borse Dior sono costose, con prezzi che variano dalle centinaia alle migliaia di dollari. Se ti imbatti in una borsa Dior notevolmente più economica rispetto al prezzo di vendita al dettaglio, è molto probabile che sia un falso.

Tuttavia, bisogna fare attenzione anche ai venditori che potrebbero offrire borse false a prezzi simili a quelli originali per ingannare gli acquirenti più sospettosi.

In generale ecco alcune regole per valutare il prezzo di una borsa venduta da un venditore privato o negozio second hand o di articoli pre-loved, in base alle sue condizioni:

  • Nuovo con o senza cartellini: 80%-60% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).
  • Molto buone: 60%-40% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).
  • Buone / Sufficienti: 40%-20% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).

Ecco quindi che se una borsa Dior nuova è online a prezzi stracciati ( 30-40% del prezzo di vendita retail ) questo è un segnale chiaro, passare oltre ed evitare l’acquisto.

Post a Comment