Come riconoscere una borsa GUCCI fake

Il brand Gucci è stato fondato nel 1921 da Guccio Gucci a Firenze, in Italia. Inizialmente l’azienda si concentrava sulla produzione di articoli in pelle, come borse e valigie, ma in seguito si è espansa per includere anche abbigliamento, scarpe, accessori e profumi.

Negli anni ’50 e ’60, Gucci divenne un’icona di stile grazie alla sua collaborazione con celebrità come Grace Kelly, Audrey Hepburn e Jackie Kennedy. Tuttavia, negli anni ’80 e ’90, il marchio ha subito una crisi a causa di problemi finanziari e di gestione.

Nel 1994, Tom Ford è stato nominato direttore creativo di Gucci e ha portato un nuovo stile al marchio, che ha attirato l’attenzione dei giovani consumatori. Nel corso degli anni successivi, Gucci è diventato uno dei marchi di lusso più riconoscibili al mondo, con una presenza globale che include boutique in città come New York, Tokyo e Parigi. Dopo una serie di alti e bassi, nel gennaio 2015, Alessandro Michele, che lavora come designer per la casa di moda dal 2002, viene nominato direttore creativo del marchio. Con la sua nomina, nasce una “nuova Gucci” caratterizzata da uno stile sofisticato, intellettuale e androgino. Alessandro Michele dà vita al Rinascimento di Gucci, mescolando presente e passato, reinterpretando icone storiche del marchio, come il logo con la doppia G e la borsa Jackie O., e creando nuove icone come la borsa Dionysus.Introducendo un’abbigliamento maschile dai toni femminili e un marcato stile geek-chic, Alessandro avvia in Gucci la tendenza postgender.

Oggi, Gucci è conosciuto per il suo stile audace e innovativo, che combina elementi tradizionali con un’estetica moderna. Il marchio è anche impegnato in iniziative sostenibili, come la riduzione dell’impatto ambientale della sua produzione e la promozione della diversità e dell’inclusione all’interno dell’azienda.

Gucci è uno dei marchi di moda di lusso più famosi al mondo. Con il suo iconico logo doppia G e le tipiche strisce verdi e rosse, una borsa Gucci è una dichiarazione di moda che molte donne aspirano a possedere. Tuttavia, con la popolarità delle borse Gucci, ci sono anche molte versioni contraffatte sul mercato. Può essere difficile distinguere tra una vera borsa Gucci e una falsa, ma ci sono alcune cose fondamentali a cui prestare attenzione. In questo articolo, ti mostreremo come individuare una falsa borsa Gucci.

  1. Codice Seriale
  2. Logo
  3. Qualità della Pelle & Pattern Gucci
  4. Cuciture
  5. Hardware/Parti Metalliche
  6. Card / Libretti
  7. Etichetta Interna e QR Code
  8. Verifica del venditore
  9. Verifica del prezzo
  10. Verifica Corredo

1. Codice Seriale

Tutte le borse Gucci hanno un tag di pelle all’interno della borsa e porta il logo GUCCI e il numero seriale sul retro. Le nuove borse Gucci hanno due righe di numeri, quelle pre anni ‘90 solo 1. Il seriale DEVE essere composto di SOLI numeri ( NO lettere ). 

Per le borse Gucci post anni ’90, sulla prima riga troveremo codice prodotto/modello e sulla seconda invece i numeri indicheranno il fornitore o il numero di identificativo della partita di borse prodotte in un dato momento, in una data azienda. E’ sempre utile, nella verifica di una borsa Gucci fare un ricerca su Google di questi numeri per cercare di capire se tra i risultati viene fuori un particolare modello ( semmai differente da quello che si sta valutando ).

Se i numeri e la stampa non sono così definiti o percettibili, non dovrebbe essere preoccupante. L’importante è che non siano grossolani o abbiamo font/caratteri differenti, infatti il font dei numeri assomiglia un po’ a quelli tipici di una macchina da scrivere di un tempo e prevede dei tratti di serif/grazia.

E’ importante inoltre notare che:

Le borse Gucci vintage antecedenti agli anni ’60 avevano numeri di modello sulle etichette.

  • Intorno agli anni ’60, alcune borse avevano un numero di modello mentre altre no.
  • Intorno agli anni ’70, le borse Gucci non avevano né numero di serie né numero di modello, ma solo la scritta Gucci in corsivo.
  • Tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80, Gucci produsse una collezione di accessori Gucci, con un numero di serie stampato in oro, che ora si può spesso trovare parzialmente sbiadito o scrostato.
  • L’etichetta rettangolare in pelle con il numero di serie è tipicamente presente sulle borse Gucci prodotte dalla fine degli anni ’90 in poi.

La forma e lo stile dell’etichetta variano notevolmente nelle vecchie borse Gucci vintage. Se la borsa viene presentata come un modello più recente e non ha un’etichetta, questo è un segnale immediato di contraffazione.

IMPORTANTE: Il codice non è unico per la tua borsa specifica: altre borse identiche alla tua provenienti dalla stessa serie e fornitore avranno lo stesso codice, quindi due borse Gucci autentiche possono condividere la stessa sequenza di numeri di serie.

Come detto nel paragrafo precedente, le borse Gucci presentano un tag in pelle interno alla borsa. Nella parte anteriore del tag di pelle sono presenti 3 elementi molto importanti ai fini della verifica di autenticità di una borsa che sono:

  1. ®: il simbolo stampato del marchio registrato ( presente ed impresso nei modelli nuovi ).
  2. Il brand e logo “GUCCI”.
  3. la frase “Made in italy”.

Tutti e tre questi elementi devono essere ben allineati e centrati nel tag di pelle, non devono essere troppo lievi ( sono impressi a caldo ) ed infine devono essere ben definiti. Anche in questo caso può essere utile una comparazione con foto online su website o pagine che riteniate affidabili.

Passando invece al Logo metallico o al classico Logo Gucci, le due G sono sempre maiuscole, hanno una punta in alto sottile, la parte di mezzo un po’ più doppia e si intrecciano. Generalmente hanno una finitura in oro sulle borse con un tono medio. Diffidare da logo troppo fini, troppo scintillanti o con toni troppo caldi. 

Se la trama è MONOGRAM, il logo ed il design in generale deve essere consistente su tutta la borsa. Anche una sola irregolarità ( grandezza di una delle G o G minuscole o G che sembrano 6 ) rappresentano segno di una borsa falsa.

3. Qualità della Pelle & Pattern Gucci

Come marchio di lusso leader, Gucci crea le proprie borse utilizzando solo materiali di eccellente qualità e con un’accurata maestria artigianale. Per questo motivo, è possibile trovare borse Gucci d’epoca degli anni ’80 e ’90 in condizioni straordinarie, quasi nuove.

Nell’acquisto di una borsa Gucci di seconda mano, la qualità della borsa dovrebbe essere immediatamente evidente alla vista e al tatto. Se puoi esaminare la borsa personalmente, valuta il materiale con cui è realizzata.

Sia che si tratti della tela con il monogramma GG tipico di Gucci, della pelle Guccissima, che incarna l’essenza del marchio, della pelle di vitello o di camoscio, o delle pregiate pelli di coccodrillo esotiche, i materiali Gucci offrono una sensazione di lusso al tatto. Le imitazioni tendono ad utilizzare pelle a basso costo che risulta di aspetto, consistenza e persino odore innaturale, a causa dei processi meccanici e dell’utilizzo di prodotti chimici di bassa qualità nella finitura.

La vera pelle ha imperfezioni ( più spesso che non ). Una grana irregolare alle volte anche una patina ( sulle borse vintage ). Dovrebbe essere flessibile e soffice al tocco ed avere un odore naturale ed alle volte un po’ muschioso. Le borse FAKE hanno molto spesso un’apparenza plasticosa e superficie super liscia. L’odore come detto prima può essere un ottimo indicatore ( no odore chimico, soprattutto se nuovo ). La borsa non DEVE essere rigida o troppo leggera.

Un metodo utile alle volte per verificare che la pelle utilizzata sia di alta qualità e di provare a fare delle foto alla borsa in modalità MACRO ( oggi gran parte dei moderni telefonini cellulari lo permettono dagli Iphone a quelli Android ) e cioè una foto molto ravvicinata, non sfocata e di alta qualità. Dare un’occhiata poi alla foto e ingrandirla ( Zoom ) per verificare la trama della pelle, quasi come se fosse una vista al microscopio. Le Pelli di buona/ottima qualità hanno sempre un tessuto fitto, quasi compatto con qualche irregolarità/”buchi”, al contrario le pelli delle borse contraffatte hanno un aspetto poco compatto, poco strutturato e molto “slegato”.

Domande da farsi se si è indecisi: ( Ricercare review su Google o altro )
– La pelle dovrebbe essere più soffice o più strutturata?
– Questa borsa è stata fatta in questo particolare colore?

4. Cuciture

Nella ricerca e verifica di una borsa Gucci, ma in generale di tutte le borse di brand di lusso, una verifica alle volte importante è quella relativa alle cuciture. Le cuciture devono essere impeccabili ed il loro numero delle cuciture è consistente su tutta la borsa, precisi, senza nessun tipo di discontinuità ( ogni minimo difetto porta le borse ad essere scartate e non vendute ). Anche gli spazi tra le cuciture sono sempre gli stessi e consistenti tra tutte le borse. Anche in questo caso potrebbe valer la pena fare il test della foto in modalità “Macro” come per il punto relativo alla qualità della pelle. Ci permetterebbe di verificare la consistenza e la qualità delle cuciture, dei materiali usati e delle impunture.

5. Hardware e parti metalliche

L’Hardware e le componenti metalliche Gucci varia notevolmente tra i diversi stili di borse, il design della componentistica è cambiato significativamente nel corso degli anni (anche il logo Gucci è passato recentemente dalle G intrecciate allo stile sovrapposto Marmont GG) e tenere questo in considerazione è importante per valutare la “coevità” e autenticità di un articolo Gucci.

Alcuni degli elementi hardware più iconici presenti sulle borse Gucci includono la chiusura a morsetto, il lucchetto a pistone sulle borse Jackie O Hobo e la chiusura e le maniglie in bamboo. Nonostante ci siano differenze evidenti tra i tipi di componentistica Gucci, tutti hanno una cosa in comune: la qualità. 

Il bamboo di Gucci, che ha avuto origine durante le carenze di pelle e metallo della Seconda Guerra Mondiale, è meticolosamente lavorato a mano su una fiamma aperta e laccato per ottenere quella pregiata finitura color bronzo. Anche questo materiale si percepisce denso e squisito al tatto.

Le parti di metallo ( Hardware ) di una borsa Gucci devono essere di alta qualità che significa, pesanti, pieni e dare una impressione di solidità. Tutte le parti in metallo ( Zip, Chiusura, ganci della tracolla etc. ) hanno stampe del logo perfettamente equilibrate e con la giusta tipologia di font e logo. Non devono essere difettose o con piccole imperfezioni.

La maggior parte delle borse replica sono realizzate con hardware economico e leggero. Su dettagli come le cerniere potrebbero mancare di loghi o avere spazi e caratteri errati. Assicurati di prendere nota di tutto, dal posizionamento dell’hardware alla forma dei tiretti della cerniera. 

Anche le cerniere vanno esaminate attentamente! Questa è un’area della componentistica in cui i contraffattori spesso commettono errori. Le cerniere Gucci autentiche sono in metallo solido e marchiate con un’incisione ‘GUCCI’ nella parte inferiore del tiretto. Se la cerniera appare economica o fragile, o ha una copertura in plastica, è probabile che sia un falso. Anche le cerniere Gucci autentiche come il resto delle borse Gucci sono costruite per resistere alla prova del tempo, motivo per cui borse di 40/50 anni fa ad oggi si presentano ancora in ottimo stato.

6. Card e Libretti

Le carte “Controllato” insieme ai libretti di “Cura del prodotto” e alle volte di “Autenticità” sono incluse in ogni borsa Gucci originale. Queste schede informativa garantisce che la borsa sia stata verificata dopo la produzione ed il libretto contiene tutte le informazioni principali per la cura del prodotto.

Sfortunatamente, queste carte sono piuttosto facili da replicare, quindi nel caso della linguetta cartacea “Controllato” presta molta attenzione al logo, alla spaziatura e al centraggio del testo su ciascuna carta. Ci dovrebbero essere tre righe di testo in totale e ogni numero dovrebbe avere un solo spazio tra di loro. Invece per quanto riguarda i libretti di “Cura del Prodotto” e di “Autenticità”, sfogliali e prova a leggere quello che c’è scritto al loro interno. Molto spesso infatti gli oggetti fake/false non riproducono perfettamente quanto scritto nei libretti originali. Infatti all’interno dei libretti nelle borse Fake si possono trovare frasi senza un senso compiuto o dei copia incolla tra diverse frasi. 

IMPORTANTE: non tralasciare questo passaggio, al giorno d’oggi gli articoli e le borse fake/false sono arrivati a dei livelli di “perfezione” molto vicini agli originali, per questo anche dare una lettura ai libretti può far sorgere dubbi o scoprire un articolo o una borsa fake/falsa.

7. Etichetta Interna & QR Code

L’etichetta interna è sempre presente nelle borse o oggetti Gucci abbastanza moderni ( a partire dal 1026 circa ), questa si presenta di colore nero e presenta stampato sulla superficie un codice QR Data Matrix ed un codice alfanumerico oltre al classico logo “GUCCI” e il simbolo del marchio registrato “®“.

Controllare la parte anteriore dell’etichetta interna può essere un indicatore molto importante per una borsa falsa. Con le borse autentiche, questa etichetta viene creata con un timbro a caldo con il marchio e Proprio come con i numeri di serie, questa timbratura non sarà sempre perfetta al 100% e può essere piuttosto superficiale a seconda del materiale.

Confronta sempre il logo Gucci con l’etichetta all’interno della borsa per individuare eventuali differenze di dimensioni, carattere e spaziatura ( lievi discrepanze potrebbero essere accettabili ). 

IMPORTANTE:
Nelle borse Gucci autentiche il codice QR Data Matrix è lo stesso del codice Alfanumerico, questo però molto spesso non è vero nelle borse false/fake, infatti scansionando il codice QR Data Matrix questo non coincide con il codice alfanumerico.

Ma come verificarlo?

  1. Procuriamoci e scarichiamo dall’App Store del cellulare un “QR Code Scanner”.
  2. Installiamo l’app “QR Code Scanner” e apriamola.
  3. Inquadriamo con l’app il QR Code dell’etichetta e segniamoci il numero.
  4. Confrontiamo il numero che abbiamo segnato con quello presente sull’etichetta.
  5. Sei numeri differiscono, allora siamo in presenza di un articolo o borsa al 100% falsa/fake.

8. Verifica del Venditore

Quando si acquista una borsa Gucci, è fondamentale rivolgersi a un venditore affidabile. Gucci dispone di negozi propri e rivenditori autorizzati, come grandi magazzini e boutique di lusso. Se si acquista una borsa Gucci da un venditore terzo, è importante controllare le recensioni, le valutazioni e cosa ha venduto in passato o sta vendendo in quel preciso momento ( il suo armadio ) prima di effettuare l’acquisto.

È anche utile informarsi sulla politica di restituzione e garanzia del venditore ( nel caso sia un commerciante o un negozio di second hand/usato ), in modo da avere la sicurezza di poter restituire la borsa o ricevere un rimborso nel caso in cui non soddisfi le aspettative o si scopra che è contraffatta. Inoltre, se possibile, è consigliabile confrontare la borsa con immagini di borse autentiche dello stesso modello, per individuare eventuali discrepanze nei dettagli e nella qualità dei materiali. Ricordate che la chiave per evitare di acquistare una borsa Gucci contraffatta è la ricerca, la conoscenza dei dettagli che contraddistinguono un prodotto originale da uno falso e la necessità di seguire un “protocollo”, passando in rassegna ogni singolo step presentato in questa guida o in altre presenti sul web.

9. Verifica del Prezzo

Uno dei metodi più semplici per individuare una borsa Gucci contraffatta è il prezzo. Le borse Gucci sono costose, con prezzi che variano dalle centinaia alle migliaia di dollari. Se ti imbatti in una borsa Gucci notevolmente più economica rispetto al prezzo di vendita al dettaglio, è molto probabile che sia un falso.

Tuttavia, bisogna fare attenzione anche ai venditori che potrebbero offrire borse false a prezzi simili a quelli originali per ingannare gli acquirenti più sospettosi.

In generale ecco alcune regole per valutare il prezzo di una borsa venduta da un venditore privato o negozio second hand o di articoli pre-loved, in base alle sue condizioni:

  • Nuovo con o senza cartellini: 80%-60% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).
  • Molto buone: 60%-40% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).
  • Buone / Sufficienti: 40%-20% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).

Ecco quindi che se una borsa Gucci nuova è online a prezzi stracciati ( 30-40% del prezzo di vendita retail ) questo è un segnale chiaro, passare oltre ed evitare l’acquisto.

10. Verifica del Corredo

Le borse Gucci sono accompagnate da un’imballaggio di alta qualità, che include una sacca antipolvere o dustbag e una scatola. La sacca antipolvere o dustbag dovrebbe essere realizzata in tessuto morbido e di alta qualità generalmente bianco perla per i modelli recenti e di tela beige marrone per i modelli recentissimi, con il logo Gucci stampato su di essa. La scatola dovrebbe essere solida e ben fatta, anch’essa con il logo Gucci stampato. Le carte veline all’interno della borsa non devono sembrare dozzinali, sono molto sottili ed un po’ opache. Le borse Gucci contraffatte spesso vengono fornite con imballaggi economici e fragili, realizzati in maniera scadente.

Questi elementi aggiuntivi, quando presenti, devono anch’essi essere di alta qualità e ben realizzati. Presta particolare attenzione ai dettagli, come la grafica, la stampa e la grammatica nel caso di materiali scritti, poiché questi aspetti potrebbero rivelare indizi su una possibile contraffazione. Ricorda che un marchio di lusso come Gucci presta grande attenzione ai dettagli e alla qualità di ogni aspetto dei suoi prodotti, incluso l’imballaggio e i materiali di presentazione.

Post a Comment