Come riconoscere una borsa Hermès FAKE

Hermès è uno dei brand di lusso più prestigiosi al mondo, noto per la sua maestria artigianale e la sua estetica senza tempo. Fondata nel 1837 da Thierry Hermès come negozio di selle e finimenti per cavalli a Parigi, l’azienda si è evoluta nel corso degli anni per diventare un’icona della moda francese.

Negli anni ’20, Hermès ha iniziato a produrre borse e accessori in pelle, diventando famoso per il suo savoir-faire nel lavorare la pelle di vitello. Nel 1935, è stata creata la borsa Kelly, chiamata così in onore dell’attrice Grace Kelly, che l’ha resa famosa portandola sul set di “Caccia al ladro” di Alfred Hitchcock. La Kelly è diventata uno dei modelli di borsa più iconici di Hermès, caratterizzata dalla sua forma elegante e dalla chiusura a leva.

Negli anni ’80, Hermès ha lanciato un altro modello di borsa iconico: la Birkin. Creata per la cantante e attrice Jane Birkin, la borsa Birkin è diventata un simbolo di status e di lusso, caratterizzata dalla sua forma a trapezio e dalla sua chiusura a chiave.

Nel corso degli anni, Hermès ha collaborato con alcuni dei più importanti stilisti del mondo, tra cui Jean Paul Gaultier, Martin Margiela e Christophe Lemaire. Nel 2014, la casa di moda ha annunciato la nomina di Nadège Vanhee-Cybulski come direttore creativo delle linee femminili, portando un nuovo sguardo fresco al marchio.

Oggi, Hermès è un marchio globale, noto per la sua qualità artigianale e la sua estetica senza tempo. Nel 2023, il brand continua a crescere, mantenendo la sua reputazione di lusso e di eleganza. Anche se la moda cambia continuamente, Hermès rimane un punto di riferimento per chi cerca un’esperienza di lusso senza tempo.

Per aiutarti a proteggere il tuo prossimo acquisto di seconda mano, abbiamo elencato alcuni step ed un “protocollo” per riconoscere una borsa Prada falsa. Se il pezzo che stai considerando mostra anche solo una delle seguenti imprecisioni o il “protocollo” ti porta a dei dubbi, allora passa avanti e continua il tuo shopping.

  1. Codice Seriale
  2. Esame dell’aspetto esteriore della borsa
  3. Cuciture
  4. Esame dell’aspetto interno della borsa
  5. Etichetta e stamp/Timbro in pelle interno
  6. Manici
  7. Hardware/Parti Metalliche
  8. Card di autenticità
  9. Dust bag
  10. Verifica del venditore
  11. Verifica del prezzo

 

1. Codice Seriale

Come abbiamo visto anche in altre guide tutte le borse o gli articoli di lusso prevedono l’inclusione di un codice seriale che identifichi o che aiuti ad identificare e definire l’autenticità dello stesso. Le borse Hermès non fanno eccezione, ma presentano una composizione di numeri, caratteri e simboli a cui è bene fare molta attenzione. Il codice seriale di una borsa Hermès può essere trovato in due specifici punti: dietro la tracolla/strap sul davanti della borsa, o all’interno del lato destro della borsa.

A partire dal 2016, Hermes ha iniziato a stampare il codice all’interno delle borse Birkin invece che sul retro della tracolla anteriore. A differenza di Chanel, che utilizza un codice numerato per indicare l’anno di produzione, Hermes utilizza un codice alfabetico per indicare l’anno. La lettera può essere trovata stampata da sola, stampata all’interno di un cerchio, o stampata all’interno di un quadrato. La serie è rappresentata dall’intero alfabeto dalla A alla Z e quindi raggruppa un intervallo di 26 anni. Ad esempio, la lettera ‘P’ stampata in un quadrato significa che la borsa è stata realizzata nel 2012.

Nella tabella sotto mostriamo una veloce guida sul riconoscere l’anno della borsa e confrontarlo eventualmente con quanto asserito dal venditore o con lo stato della borsa.

Conoscere questi aspetti è di notevole importanza quando si sta per comprare una borsa Hermès, che sappiamo bene può arrivare a costare cifre a 5 zeri, per questo bisogna fare molta attenzione.

TIP: molto spesso le borse Hermès non autentiche riportano come codice seriale o identificativo una “L” in un quadrato. Quando ci si trova davanti ad un caso del genere è bene innalzare ancor di più il livello di attenzione!

Come spiegato in altre guide la sola presenza di un codice data o seriale coerente con lo stato della borsa o con le dichiarazioni del venditore e quindi con l’anno di produzione non garantisce l’autenticità della borsa. Per questo è importante seguire uno ad uno tutti i passaggi di questa guida!

L’autenticazione di una borsa Hermès richiede tempo, non abbiate fretta, prendete tutto il tempo necessario. Adesso passiamo al prossimo step: esaminare la borsa ed il suo aspetto esteriore nel suo complesso.

2. Esaminare l’aspetto esteriore della Borsa

Le borse Hermès sono uniche nel loro genere, perfettamente costruite da mani di artigiani sapienti e con pelli provenienti dalle migliori concerie rappresentano ed incarnano il lusso allo stato puro. Ecco questa è la prima sensazione che possiamo provare quando ci troviamo di fronte ad una borsa Hermès, che sia una Constance, una Kelly o una Birkin toccandone la pelle si avrà la sensazione di morbidezza e scorrevolezza uniche, annusandola sentiremo un odore di pelle genuino  e raffinato ( anche se, aneddoto interessante, tra il 2014 ed il 2015 diversi clienti affezionati del brand costrinsero il brand Hermès a ritirare dal mercato alcuni modelli perchè annusando la borsa questa odorava di cannabis ). Ecco quando tatto ed olfatto non riportano le sensazioni citate sopra è bene cominciare ad indagare più a fondo, ecco quindi una lista di check e controlli da effettuare che si guardi una Birkin, una Kelly o altre borse Hermès.

  1. POSTURA – Verificare la postura della borsa: una borsa Hermès originale anche dopo anni manterrà una forma regolare, starà su dritta quasi come fosse il primo giorno, linee dritte, nitide ed eleganti. Nel caso invcece ci trovassimo di fronte una Birkin o una Kelly che sembra appesantita, con la pelle “rigonfia” o quasi allungata/slabbrata, con le linee non proprio dritte o curvate quasi innaturalmente allora questo è un segnale d’allarme importante. ATTENZIONE però nel caso di una Hermès Kelly, questa si presenta in due forme: la Retourne e la Sellier. Queste differiscono nel tipo di cucitura che dà a ciascuna borsa la sua postura distintiva.
    • La Retourne ha le sue cuciture all’interno della borsa, il che offre un aspetto senza soluzione di continuità e qualità più morbide. La cucitura interna significa anche una mancanza di rigidità, motivo per cui la Retourne può appiattirsi una volta posta in verticale.
    • La Sellier, d’altro canto, ha tutte le sue cuciture sull’esterno della borsa. Di conseguenza, le cuciture sono più vicine tra loro e l’artigiano deve essere particolarmente meticoloso poiché sono visibili. La borsa Sellier ha bordi più netti ed è molto più rigida rispetto alla sua controparte, con la capacità di stare in piedi senza appiattirsi. 
  2. MISURE – Controllare le misure della borsa: Le proporzioni di una borsa Hermès e le sue misure sono sempre consistenti, su tutti i modelli. Le misure delle borse Hermès corrispondono sempre alla misura della larghezza della base di una Birkin o una Kelly. Cosi una Birkin 25 avrà la base larga 25 cm e cosi via:
    • La Birkin è disponibile in quattro dimensioni principali: 25 cm, 30 cm, 35 cm e 40 cm.
    • La Kelly è disponibile in 8 misure: 15 cm, 20 cm, 25 cm, 28 cm, 32 cm, 35 cm, 40 cm e 50 cm.
  3. PELLE – Analizzare la pelleLe borse Hermès autentiche sono realizzate a mano con pellami e pellami di altissima qualità, ognuna con le proprie variazioni naturali. Inoltre, anche le fonti e i processi di concia variano in modo che le borse autentiche abbiano caratteristiche uniche. Ad esempio, una Birkin in pelle Togo  autentica potrebbe avere molte venature, mentre un’altra potrebbe non averne nessuna. Una piccola imperfezione in una borsa di pelle Hermes non è insolita e non distingue una Birkin falsa da una vera. Le variazioni nelle autentiche borse esotiche di Hermès sono ancora più comuni. Le squame praticamente su ogni borsa di coccodrillo e alligatore sono diverse. Piccole pieghe o linee attraverso le squame sono comuni anche nelle autentiche borse di coccodrillo e alligatore di Hermès. In confronto, le borse contraffatte spesso sono troppo “perfette”. 
    sempre proponiamo nelle nostre guide, il secondo step più importante nella verifica dell’autenticità di una borsa è quello di esaminare l’aspetto esteriore della borsa. Anche nel caso delle borse PRADA questa regola generale non fa eccezione. Ecco che quindi verificare la forma, la consistenza delle dimensioni rispetto a quelle indicate sul sito web del brand PRADA, la coerenza delle forme è importante per acquisire informazioni importanti e proseguire nella raccolta degli “indizi” di autenticità o contraffazione. Confronta i singoli lati, gli angoli ed i dettagli della borsa PRADA che stai visionando e quelle sul sito web ufficiale e comincia a farti un’idea.
  4. LOGO – Verificare il logo stampato: l’iconico logo Hermès è un timbro in rilievo situato sulla parte anteriore della borsa sotto la patta/flap e posizionato poco sotto le cuciture dei bordi superiori della borsa. Dovrebbe leggersi “Hermès Paris Made in France” su tre righe, con la scritta che pian piano diventa più piccola. Nell’esaminare il logo valgono tutti gli adagi e le attenzioni previste per i loghi dei marchi di moda più rinomati al mondo. I brand ed Hermès non lasciano nulla al caso, scartano borse o articoli con anche piccolissimi difetti. I loghi autentici delle borse Hermès sono costituiti da lettere maiuscole equidistanti, così come gli spazi tra le righe. Tuttavia, poiché le lettere sono impresse sulla borsa, la scritta potrebbe essere influenzata dalla consistenza della pelle. Di conseguenza, potrebbero esserci parti del logo in cui il rilievo è più chiaro o assente o si è esteso alla lettera accanto o sotto di esso. Al contrario, la maggior parte delle false Hermès falsè ha scritte stampate o pressate. Le lettere spesso non sono coerenti nel carattere, nella dimensione o nella direzione e la spaziatura tra le lettere potrebbe non essere uniforme. Inoltre, l’accento sulla seconda E in HERMÈS può essere troppo leggero o alle volte anche assente.

Cosi come per gli altri brand esaminati su Trhive.com anche i materiali utilizzati sono di grande importanza. Hermès, utilizza solo pelle e materiali di alta qualità senza rifiniture lucide. La buona pelle è piacevole e morbida, ti fa venire voglia di toccare la borsa ancora e ancora. Alle volte può valer la pena annusare la borsa e sentirne l’odore, se ha un qualcosa di chimico è bene cominciare a dubitare. C’è una cosa che però è importante valutare quando si parla di una borsa PRADA ed è il logo.

TIP: Un metodo utile alle volte per verificare che la pelle utilizzata sia di alta qualità e di provare a fare delle foto alla borsa in modalità MACRO ( oggi gran parte dei moderni telefonini cellulari lo permettono dagli Iphone a quelli Android ) e cioè una foto molto ravvicinata, non sfocata e di alta qualità. Dare un’occhiata poi alla foto e ingrandirla ( Zoom ) per verificare la trama della pelle, quasi come se fosse una vista al microscopio. Le Pelli di buona/ottima qualità hanno sempre un tessuto fitto, quasi compatto con qualche irregolarità/”buchi”, al contrario le pelli delle borse contraffatte hanno un aspetto poco compatto, poco strutturato e molto “slegato”. Questo metodo può essere anche utilizzato per verificare sbavature del logo esterno di una borsa Hermès.

3. Cuciture

Un’altra caratteristica su cui fare affidamento per individuare una borsa Hermès non autentica è rappresentata dalle cuciture. Hermès per cucire i lembi di pelle delle sue borse non usa macchine automatiche, ogni singola cucitura è fatta a mano da artigiani specializzati. Inoltre il metodo di cucitura utilizzato da Hermès è particolare ed è direttamente riconducibile alla storia del brand che è legata al mondo degli accessori ed articoli in pelle equestre fatti a mano. Questo metodo è chiamato “Saddle” e prevede l’utilizzo di due aghi separati, la cucitura “saddle” crea due file di punti in un’unica fila di fori, fornendo un aspetto pulito ma resistente.

Le borse Hermès autentiche come abbiamo visto sono fatte a mano e questo significa che trovare degli elementi di imperfezione è sinonimo di autenticità, con riguardo alle cuciture dando un’occhiata più da vicino si noterà che ogni singolo punto non è perfettamente dritto, piuttosto sono leggermente angolate l’uno rispetto all’altro. Su un’autentica borsa Hermes, se dovessi guardare il retro della pelle, i punti sarebbero angolati nella direzione opposta a come sono sul davanti. Questo perché le borse originali Hermes sono cucite a mano con due aghi differenti. 

Quanto detto finora però non significa che su di una borsa Hermès troveremo righe non consistenti, storte o cuciture sfilacciate, anzi quando dovesse capitare probabilmente è perché siamo di fronte ad una borsa Hermès non autentica. Gli artigiani Hermès infatti sono di grande esperienza, dei maestri, ed ogni nuovo assunto in Hermès ( ovviamente nella linea di produzione di articoli in pelle ) prima di poter partecipare alla creazione di una borsa Hermès dovrà effettuare un percorso di formazione lungo due anni.

TIP: Anche in questo caso come nel punto precedente potrebbe essere utile il test della foto in modalità “Macro” ( con zoom alto ). Analizzare la foto potrebbe permetterci di verificare la consistenza e la qualità delle cuciture, dei materiali usati e delle impunture. Queste infatti devono dare la sensazione di essere “doppie”, fittamente intrecciate e quindi consistenti. Dior come molti brand di lusso non lesina qualità nemmeno in questi dettagli.

Fai attenzione a ogni dettaglio!

4. Esaminare l’aspetto Interno della Borsa

L’aspetto interno di una borsa Hermès deve mantenere lo stesso livello qualitativo dell’esterno e deve essere realizzato con la stessa cura, maestria ed attenzione del resto. Le borse Hermès generalmente sono rivestite in pelle di chevre, una pelle di capra granulosa e non liscia. Ci sono borse Hermes Birkin che presentano altri materiali come l’interno o la fodera, ma il materiale sarà sempre di alta qualità e nella maggior parte dei casi realizzato con una pelle simile all’esterno. Se la borsa è sfoderata o in pelle differente o ecopelle, è sicuramente un fake/falso.

Un altro modo per garantire l’autenticità della fodera o dell’interno è verificare la combinazione di colori sul sito Web di Hermes e assicurarsi che le cuciture siano pulite e corrette senza fili sciolti o senza che siano grossolane.

Ogni borsa Hermès all’interno, come visto nel primo paragrafo, un codice seriale inciso a caldo ed incorporato nella pelle che indica l’anno di fabbricazione della borsa e il codice dell’artigiano che ha prodotto la borsa. La posizione del timbro dipende dallo stile della borsa e dall’anno. Verso la fine del 2015, Hermès ha trasferito il “Blind Stamp” cos’ si chiama il codice interno, sulle borse Birkin e Kelly dalla parte posteriore del cinturino di chiusura all’interno della borsa sul tassello sinistro. Gli attuali blind stamp iniziano con il codice della data (anno di produzione), seguito da una serie di numeri e lettere con in genere due lettere sotto.

Quando verifichiamo il codice inoltre, facciamo particolare attenzione alla grandezza del font questo non deve essere piccolo ( come nelle borse false/fake ), deve risultare chiaro, visibile e ben definito. Alle volte su borse molto datate potrebbe capitare che il codice sia un po’ consumato/sbiadito, potrebbe essere normale, quindi annotate il punto ed utilizzate gli altri step presenti in questa guida per confermare l’autenticità o meno della borsa Hermès che state per acquistare.

ATTENZIONE: per determinate tipologie di pelli esotiche o modelli di fianco, sopra o sotto il logo sono presenti alcuni simboli. Questi vanno analizzati e indicano la tipologia di pelle utilizzata per quel particolare modello o indicano che si tratta di ordini speciali o di borse realizzate dagli artigiani di Hermès. In quest’ultimo caso infatti Hermès dà la facoltà ai propri artigiani di confezionare una borsa all’anno nel loro tempo libero utilizzando i materiali dell’azienda, che però vieta loro di rivendere la borsa ( regola che alle volte viene infranta ).

Ecco un riepilogo dei simboli sopra citati:

  • ^ (accento circonflesso) per il coccodrillo poroso.
  • □ (quadrato) per l’alligatore.
  • – (trattino) per la lucertola.
  • = (uguale) per il varan.
  • °° per il coccodrillo Niloticus (Nilo).
  • Il ferro di cavallo, il che significa che la borsa è un ordine speciale.
  • La stella cadente che identifica le borse realizzate dagli artigiani Hermès nel loro tempo libero.

7. Hardware e parti metalliche

Analizzare e verificare le parti in metallo nella valutazione di una borsa Hermès è di fondamentale importanza. Anche per le borse Hermès vale la regola generale del peso. Hermès utilizza materiali pregiatissimi, di altissima qualità e dal peso specifico maggiore ( al contrario di chi produce falsi ), non ci sono sbavature, le borse autentiche, originali prima di arrivare sugli scaffali delle boutique dei brand passano un rigido set di controlli che porta a scartare articoli con il minimo difetto. E’ bene tenere a mente questo quando si tiene tra le mani un borsa Hermès di seconda mano/usata/pre-loved. Alle volte conviene addirittura pesarla su di una bilancia e fare l confronto con le specifiche presenti ( peso ) sul sito del brand specifico. 

L’hardware in metallo sulle borse Hermès autentiche è sempre placcato o rifinito in un vero metallo prezioso, tipicamente palladio o oro. Su borse rare, potresti trovare finiture in oro spazzolato, oro rosa o rutenio.

Tirette

Le placchette, o hardware sulle bretelle orizzontali anteriori ( “Tirette” ) delle borse Birkin e Kelly, sono incise con HERMÈS-PARIS. Sulle borse placcate in oro c’è una piccolo quadrato dopo la parola “PARIS” con minuscole scritte/disegni all’interno che è bene verificare con un ingrandimento. Questa scatola non è presente sulle borse placcate palladio. Il carattere e la spaziatura di questa incisione possono variare, ma le borse contraffatte non possono ottenere la stessa scritta delle autentiche borse Hermès. I rivetti hanno una forma perfettamente piatta ( non sporgono troppo dalla placca ) e sulla parte della tirette dove sono presenti i codici data sono posizionati ed allineati alle cuciture.

La Cerniera/Zip

Un elemento della parte hardware che in tutte le borse di lusso e di marca conviene guardare ed approfondire è la cerniera/zip. Questa generalmente ha una costruzione solida sia con riguardo al “tirante” sia con riguardo ai “dentini” della stessa, sono generalmente più grandi rispetto ad una zip falsa e con forme ben definite e quasi taglienti.

Nel caso delle borse Hermès le cerniere presentano il nome del brand inciso con la metà inferiore verso l’estremità del tirante in metallo. Inoltre all’estremità della cerniera è presente la lettera “H” in metallo che deve essere presente e ben posizionata, se questa è inclinata o non dritta allora si può essere in presenza di un falso. Inoltre basterà semplicemente aprire e chiudere la cerniera Hermès per avere una sensazione di fluidità e di perfezione; questa non dovrebbe mai impigliarsi o essere difficile da aprire o chiudere. Una cerniera bloccata, rigida o ruvida da sola contrassegna una borsa Hermès Kelly come falsa o reale. Un’altro dettaglioa. cui fare caso quando si analizza una borsa Hermès è che il tirante della cerniera non sarà mai a penzoloni, non pende anzi è perfettamente allineato e parallaleo al verso della cerniera. Inoltre in generale il metallo utilizzato sulla cerniera di un’autentica borsa Hermès ha una finitura opaca cosa che nelle borse false/fake non viene replicato ( è lucido ).

Le Chiavi ed il Lucchetto

Le borse Hermès Birkin e Kelly Hermès includono un lucchetto e un set di chiavi che sono entrambe numerate. I primi lucchetti prodotti portavano solo un numero sul fondo della serratura. In anni più recenti, Hermès ha aggiunto un secondo numero sotto l’incisione Hermes del lucchetto, questi numeri comunque non sono univoci in quanto rappresentano i numeri del lotto in cui sono stati realizzati. Un dettaglio importante riguarda la finitura del lucchetto e delle chiavi questa deve essere coerente con il resto degli accessori in metallo della borsa, sia dal punto di vista estetico che dal punto di vista della consistenza.

Spesso poi le  Birkin e Kelly non autentiche hanno delle chiavi un po’ più lunghe che non entrano del tutto nella clochette ( copri chiave di pelle )che su di una vera borsa Hermès dovrebbe essere fatta di un pezzo di pelle univo ripiegato a metà e cucito, non è composto da due pezzi di pelle cuciti insieme di due pezzi.

Tutte le incisioni presenti sull’hardware devono essere pulite, chiare, profonde ( non profondissime ) ed eseguite alla perfezione ( viene infatti usato un apposito laser per formarle ). 

In generale l’hardware o le parti in metalliche devono risultare solidi, opachi e ben fissati alla pelle, diffidate di piedini che si muovono, hardware pendente o dal colore troppo lucido.

8. Card di autenticità

Le borse Hermès autentiche NON HANNO una card di autenticità. Molte borse Hermès contraffatte sono accompagnate da una carta di autenticità in plastica arancione con la scritta “Hermès”.  Se la borsa dovesse averla o se il venditore dovesse dirti che è presente allora ti trovi di fronte ad un falso al 100%.

9. Dust bag e Scatola/Box

Le nuove Birkins sono sempre dotate di un sacchetto per la polvere ( dust bag ) e includono un mini sacchetto per la polvere abbinato per la clochette. La dust bag è anche essa di qualità eccelsa, e dal 2007 ha una trama a spina di pesce beige è composta al 100% da cotone resistente e di alta qualità. Le borse Hermès vintage hanno i dust bag realizzati in velluto marrone chiaro, mentre le dust bag più recenti sono realizzate in flanella di cotone arancione.

Il caratteristico logo “Le Duc” sulla parte anteriore della dust bag è racchiuso in un doppio cerchio. Sulle borse autentiche, il logo è nitido, mentre tende ad essere sfocato sulle borse fake, anche le stringhe/lacci nella parte superiore della borsa anti polvere dovrebbero essere spesse, resistenti e sicure. Inoltre come sempre verifica e confronta anche il font del logo e le singole lettere alle volte ad esempio per la lettera “H” le borse contraffatte non riescono a replicarla, in più spesso la linee sotto il cavallo e la carrozza sono due sulle borse e dust bag autentiche, ma nei falsi alle volte è solo una.

Dopo aver verificato la dust bag fate attenzione anche alla scatola Hermès nel caso fosse compresa nel corredo e nella trattativa. Generalmente le borse non autentiche hanno una scatola di un colore arancione abbastanza acceso e molto saturo, le scatole e box autentiche invece il colore arancione ha delle punte di giallo. Inoltre se foste in possesso di una lampada a raggi ultravioletti vedrete che come pr magia apparirà il logo del cavallo di Hermés, ovviamente i falsari e chi produce articoli contraffatti non riuscirà mai a replicare una cosa del genere ( per loro sarebbe anche antieconomico oltre che tecnologicamente difficile ).

10. Verifica del Venditore

Quando si acquista una borsa di Dior, è fondamentale rivolgersi a un venditore affidabile. Dior dispone di negozi propri e rivenditori autorizzati, come grandi magazzini e boutique di lusso. Se si acquista una borsaDior da un venditore terzo, è importante controllare le recensioni, le valutazioni e cosa ha venduto in passato o sta vendendo in quel preciso momento ( il suo armadio ) prima di effettuare l’acquisto.

È anche utile informarsi sulla politica di restituzione e garanzia del venditore ( nel caso sia un commerciante o un negozio di second hand/usato ), in modo da avere la sicurezza di poter restituire la borsa o ricevere un rimborso nel caso in cui non soddisfi le aspettative o si scopra che è contraffatta. Inoltre, se possibile, è consigliabile confrontare la borsa con immagini di borse autentiche dello stesso modello, per individuare eventuali discrepanze nei dettagli e nella qualità dei materiali. Ricordate che la chiave per evitare di acquistare una borsa Dior contraffatta è la ricerca, la conoscenza dei dettagli che contraddistinguono un prodotto originale da uno falso e la necessità di seguire un “protocollo”, passando in rassegna ogni singolo step presentato in questa guida o in altre presenti sul web.

11. Verifica del Prezzo

Uno dei metodi più semplici per individuare una borsa Dior contraffatta è il prezzo. Le borse Dior sono costose, con prezzi che variano dalle centinaia alle migliaia di dollari. Se ti imbatti in una borsa Dior notevolmente più economica rispetto al prezzo di vendita al dettaglio, è molto probabile che sia un falso.

Tuttavia, bisogna fare attenzione anche ai venditori che potrebbero offrire borse false a prezzi simili a quelli originali per ingannare gli acquirenti più sospettosi.

In generale ecco alcune regole per valutare il prezzo di una borsa venduta da un venditore privato o negozio second hand o di articoli pre-loved, in base alle sue condizioni:

  • Nuovo con o senza cartellini: 80%-60% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).
  • Molto buone: 60%-40% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).
  • Buone / Sufficienti: 40%-20% del prezzo di vendita retail ( negozio ufficiale ).

Ecco quindi che se una borsa Dior nuova è online a prezzi stracciati ( 30-40% del prezzo di vendita retail ) questo è un segnale chiaro, passare oltre ed evitare l’acquisto.

Post a Comment